10.10.12

Mercoledì al Salone di Genova la presentazione dei dati de “La nautica in cifre” – Analisi del mercato per l’anno 2011”.

Il tradizionale appuntamento con l’economia del mercato nautico curata dall’Ufficio studi di Ucina in collaborazione con il dipartimento di Economia dell’Università di Genova ha evidenziato i principali risultati conseguiti dal comparto nautico, tra i quali il livello di fatturato e le quote di produzione (export e mercato domestico) e di occupazione.

Il fatturato globale del 2011, che ammonta a 3,42 miliardi di Euro ha registrato una crescita del 1,93% rispetto al 2010. Per quanto riguarda il settore della cantieristica, il fatturato ha raggiunto la quota di 2,05 miliardi di Euro con relativa crescita rispetto al 2010 del +2,04%.

La nautica italiana ha inoltre riconfermato la forte vocazione all’export, aumentato del 19% rispetto al 2010, raggiungendo il 67% del fatturato globale del comparto, percentuale che sale al 79% per il segmento della cantieristica. Il valore complessivo dell’export nel 2011 è stato di 1,92 miliardi di Euro.

Lo studio condotto dall’Associazione rileva, dunque, una sostanziale inversione delle quote di mercato tra Italia ed estero e testimonia che le aziende italiane hanno intrapreso la strada dell’internazionalizzazione. Tale tendenza è ancor più accentuata se si prende ad analisi il solo settore della cantieristica. Secondo quanto analizzato dallo studio di UCINA, nonostante la crisi, l’industria nautica italiana rimane la più importante al mondo insieme a quella degli USA, con un chiaro dominio nel settore dei Superyacht che hanno rappresentati il 44% degli ordini. Le stime per il 2012 indicano una contrazione del fatturato globale compresa in una forbice tra il -15% e il – 25%.

La richiesta di attenzione da parte del settore, già esplicitata in apertura della manifestazione, è stata accolta dal ministro Corrado Passera che sarà a Genova sabato 13 ottobre per incontrare i rappresentanti dell’industria del settore. L’appuntamento è previsto per le 16.30

E’ stata presentata la terza edizione del concorso letterario “Emozioni sul mare”, dedicato alla poesia e al racconto breve e organizzato dal Comando Generale della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera in collaborazione con il “Notiziario della Guardia Costiera”. Un concorso nato per parlare di mare in modo diverso che ha suscitato, almeno a giudicare dalle centinaia di opere realizzate, un vivo interesse nei partecipanti.
Alla presentazione sono intervenuti il prof. Mauro Pepe, esperto d’arte, la poetessa Monica Schiaffini, il fotografo e giornalista Angelo Colombo, lo scrittore e poeta Decio Lucano, Tiziana Chieruzzi, organizzatrice del premio fotografico “Un Mare di passione”, Paolo Lorenzini dell’ufficio stampa Selex Sistemi che – dopo le toccanti parole di “Shalmatz”, uno dei racconti vincitori, recitate dal maresciallo Marco Di Milla vice caporedattore del “Notiziario”, tra i promotori del premio - hanno intrattenuto il pubblico parlando di come si possa sensibilizzare sull’ importanza del bene mare usando diverse forme di espressione senza peraltro far venir meno l’efficacia del messaggio ma anzi rendendolo immediatamente percepibile tramite la componente emotiva che l’arte, qualsiasi forma d’arte, suscita negli animi. Molto interessante anche l’intervento di Paolo Lorenzini che ha sottolineato come tecnologia e arte siano facce diverse di una stessa moneta e non mondi paralleli, dimostrando l’importanza della prima nell’evoluzione di molte forme d’arte.

Le imprese pugliesi della nautica protagoniste al Salone durante due workshop. Il primo dedicato all’ “Apulia virtual sea gate: un innovativo sistema di accesso alle bellezze della Puglia”, l’altro, su “Puglia dell’innovazione: opportunità di collaborazione”. Grande attenzione è stata riservata durante alle soluzioni sostenibili per navigare ad emissioni zero.

Ad entrambi i workshop ha partecipato la vicepresidente della Regione e assessore allo Sviluppo economico, Loredana Capone. “La crisi internazionale – spiega – sta colpendo duramente questo settore. Tuttavia per la Puglia le opportunità di sviluppo sono ancora molto ampie. Le imprese devono sfruttarle proprio aumentando le relazioni commerciali col mercato internazionale. Il Salone di Genova è davvero un’ottima opportunità di visibilità e di scambi. Sono queste le occasioni giuste per mettere in evidenza le eccellenze delle nostre aziende anche in questo settore”. Proprio per garantire le condizioni migliori di promozione, particolarmente ricco è il calendario di incontri organizzati in Salone dallo Sprint Puglia (Sportello regionale per l’internazionalizzazione) in collaborazione con Ucina che andranno avanti anche domani. Con la Regione Puglia partecipano, oltre al distretto produttivo della nautica da diporto, undici imprese.

L’Area Marina Protetta dell’isola di Bergeggi (Savona) conserva e tutela una grande ricchezza di habitat marini, tra cui alcune importanti grotte sommerse. Immediatamente al di fuori dei confini meridionali dell’AMP su un fondale tra i 60 ed i 110 m è presente una secca di notevoli dimensioni, conosciuta come “I Maledetti”, che ospita una ricca comunità coralligena.
Studi condotti nell’ambito dell’anno in corso in collaborazione con il Centro Carabinieri di Genova, l’Università di Genova (Distav) e l’Ispra hanno permesso di mettere a nudo la più importante popolazione di corallo rosso (Corallium rubrum) del Mar Ligure.
Le colonie di corallo rosso hanno notevoli dimensioni e ragguardevole densità e, anche se non sono di taglia commerciale, rappresentano un’incredibile valore per gli scienziati e per i subacquei tecnici che si immergono a queste profondità per finalità ricreative (il corallo rosso è protetto). Il corallo è veramente un tesoro: basti pensare che l’indotto generato da 15.000 turisti subacquei che operano ogni anno nella zona può essere stimato in quasi 2 milioni di euro. Sfortunatamente “mettere la testa sott’acqua” a queste profondità ha permesso di evidenziare anche un danno ambientale dovuto a reti e lenze da pesca perse. Il nylon sott’acqua persiste per quasi 1.000 anni e la rimozione a queste profondità è estremamente onerosa.
A settembre 2012 gli operatori del Centro Carabinieri Subacquei hanno realizzato una prima rimozione sperimentale di reti da pesca e lenze perse sulla “secca del Banano” in modo da predisporre dei Protocolli di bonifica di attrezzi da pesca sul coralligeno da presentare in Regione Liguria. L’insieme delle conoscenze oggi acquisite ha permesso di formulare una proposta d’ampliamento del Sito di Interesse Comunitario (S.I.C.) marino denominato “fondali Noli-Bergeggi”, in modo da inserire negli strumenti di tutela previsti dalla Rete Natura 2000 anche questi ambienti di straordinaria importanza. Tale richiesta nasce con una espressione politica formalizzata con una delibera di giunta comunale (il Comune di Bergeggi è l’ente gestore del S.I.C. per conto di Regione Liguria) ed ora è in fase di esame presso Bruxelles (dopo essere stata sposata dalla Regione e dal Ministero dell’Ambiente) in modo da poter prevedere regimi di tutela ad hoc.

E’ stata presentata oggi al Teatro del Mare “Maribelle”, la barca a vela fotovoltaica progettata e costruita dagli studenti lavoratori dell’ Istituto Tecnico Industriale Statale “Benedetto Castelli” di Brescia, nell’ambito del dipartimento di Meccanica del Corso Serale. Maribelle è la seconda unità nata dal progetto ULISSE , interamente realizzato all’interno della scuola. La prima, ormai ultimata, in una notte di fine ottobre 2008 fu distrutta da un incendio. Maribelle è stata varata nel 2011, grazie all’intervento fondamentale dell’Ufficio Formazione e Lavoro della Regione Lombardia. Si tratta di un’imbarcazione di 7 metri a pannelli solari con un’elica che serve da propulsore e da generatore. Il lavoro più impegnativo - ha spiegato Gaetano Nuciforo , uno dei due docenti che insieme a Giuseppe Campesi ha seguito il progetto - non è stata la costruzione della barca, ma la progettazione. Il progetto particolareggiato ha consentito in soli due anni scolastici di costruire la barca con la collaborazione e il massimo impegno di tutti gli studenti.
Ospite del Salone di oggi il centrocampista del Genoa Andrea Bertolacci, con la fidanzata, l’attrice Nicole Murgia, il padre Fabio, ex campione mondiale di offshore e grande appassionato di nautica e motori e Gino Paoli.

Molto importante l’appuntamento di domani giovedì alle 12 al Teatro del Mare (padiglione C) durante il quale verrà presentato il progetto di costruzione di una nuova nave scuola della Gran Bretagna, una sorta di “ambasciata galleggiante” nazionale che funga sia da università del mare per i giovani che da strumento di promozione e di ricerca, in grado di rappresentare la nautica britannica nel mondo. L’ambizioso progetto è stato anticipato a luglio in Inghilterra e verrà spiegato nel dettaglio al pubblico del Salone.

Questo appuntamento sarà anticipato dal workshop “La barca laboratorio”, del Polo territoriale di Lecco del Politecnico di Milano: inizio alle 10.30.

Alle 10 nella sala Mezzanino del padiglione B “Start to business”, tecnologie per la nautica da diporto a cura di CDI Manager e Consorzio Quinn.

Alle 10.30 nella sala Blu di Fieracongressi la Camera di Commercio di Genova presenta il progetto Innautic – Force casting tecnologico e governante territoriale.

Alle ore 15, presso la sala Mezzanino del padiglione B verranno presentati gli “Itinerari turistici tra costa ed entroterra ligure” sviluppati all’interno del progetto europeo TPE (Tourisme Ports Environnement) e destinati ai diportisti all’ancora nei porti regionali. Durante il convegno, organizzato dalla Camera di Commercio di Genova e rivolto agli operatori di settore, sono previsti interventi di Alberto Cappato, direttore dell’IIC (Istituto Internazionale delle Comunicazioni), che presenterà il sistema di teleprenotazione dei posti barca previsto nel quadro del progetto TPE, e di Umberto Curti di Welcome Management, che presenterà le linee metodologiche e i tre itinerari sviluppati sul territorio genovese.

Sempre alle 15 ma in sala stampa, al padiglione C, firma della nuova convenzione tra Ucina e CNR.

Alle 13 al Teatro del Mare (padiglione C) appuntamento con la scienza a cura del CNR e presentazione del film “Mediterraneo bollente”. Alle 14 sarà invece la volta del seminario sui progetti dell’America’s Cup di As.Pro.Na.Di.

A seguire, dalle 16 alle 18, la rivista Yacht Design organizza una tavola rotonda su “Il ruolo degli yacht designer e dei cantieri alla luce dei nuovi assetti generati dalla crisi: l'importanza della competenza”. Interverranno Vincenzo Poerio (AD di Benetti), Lorenzo Argento (studio Luca Brenta), Camillo Garroni (Studio Garroni Design), Michela Reverberi, Tommaso Spadolini, Gianni Zuccon, Massimo Musio Sale (Politecnico di Genova), Silvia Piardi (Politecnico di Milano). Il momento particolare che sta vivendo il settore porta alla ridefinizione della figura dello yacht designer e di tutti gli attori che gravitano nel settore della progettazione. Secondo quanto emerge dall’analisi del mercato nautico oggi è importante a curare maggiormente alcuni aspetti fondamentali della professione: formazione delle nuove figure professionali, l'organizzazione di ogni settore produttivo, la ricerca di soluzioni innovative, la comunicazione, il marketing e soprattutto l'iter progettuale.

Info: www.genoaboatshow.com

Ritorna a: »News