27.09.12

Sabato e domenica a Marina di Ravenna l’appuntamento con l’Autumn Match Race di Grado 4.

La regata internazionale degli atenei è realizzata grazie alla collaborazione tra Centro Sportivo Universitario di Bologna e Circolo Velico Ravennate ed è valida per la ranking nazionale e mondiale.

Tra i partecipanti, il pluri-campione italiano Match Race del Jolly Sailing Team, Jacopo Pasini, già protagonista di numerose edizione del match race universitario sin dall’epoca dell’Alma Mater Sailing Cup, di cui l’Autumn Match Race ha preso ormai il posto. Ma anche i francesi dell’Università di Cherbourg, i promotori della Coppa d'Europa Universitaria di Vela Ile Pelée, alla quale da diversi anni partecipano gli italiani del CUS Bologna con ottimi piazzamenti.

I match race saranno disputati a bordo dei Platu 25; sabato mattina alle 10.30 il segnale d’attenzione del primo volo, seguiranno gli altri incontri del round robin, mentre nella giornata di domenica le semifinali e finali.

Tra gli equipaggi in lizza, oltre a quello delle due torri e i francesi, anche i portacolori degli atenei di Brescia, Milano, Bari e Roma. Inoltre, gli equipaggi provenienti dalle regionali italiane.

"Un ottimo finale della vivace stagione per il match race del CV Ravennate iniziato con lo Spring e il Ravenna Match Race - ha dichiarato Matteo Simoncelli , consigliere e responsabile dell’attività match race presso il CV Ravennate – speriamo che la proficua collaborazione con il CUS Bologna permetta di portare sempre più giovani alla disciplina, l’intensa attività ci permette di continuare ad aggregare atleti più esperti con i velisti che escono dalle classi giovanili e di continuare a collezionare titoli importanti come ha fatto Jacopo per il secondo anno consecutivo nelle acque di Gaeta con il titolo nazionale e con la vittoria del team tutto ravennate da me timonato che a giugno si è aggiudicato la finale nazionale del BMW World Match Race a Istanbul”.

Un importante contributo alla realizzazione della manifestazione è stato dato dalla Fondazione Flaminia, dall’Autorità Portuale di Ravenna, da Confindustria Ravenna e da Ravimm e Itway.

Ritorna a: »News