02.10.12

Dopo le prime quattro edizioni vinte da barche medio-veloci armate di gennaker, il 2012 è stato l'anno per le "piccole" vedendo il podio conquistato da TopazUno, ByteCII e Laser Standard.

Su tutti, grazie all'ultima tappa si è imposto Alberto Scarpa mentre Giacomo Dugnani si è dovuto accontentare del secondo posto, mentre al terzo posto il primo dei Laser con Guido Macchi alla barra.

Alla numerosa flotta del Cild, il presidente Umberto Modena ha consegnato altri riconoscimenti, tra i quali la targa "Memorial Enzo Cambi" assegnata a Graziano Bellato a cui un'infortunio ha tolto la leadership. Riconoscimenti per chi ha partecipato a tutte le otto tappe, a chi ha "saputo perdere" con onore, a chi ha fatto "sempre meglio", a chi ha percorso "più km che miglia", etc hanno arricchito la premiazione ufficiale che quest'anno si è svolta al "Madonna Verona" (Verona) dove, durante la cena, concorrenti ed organizzatori hanno potuto confrontarsi in un clima sereno e allegro, e dove sono state poste le basi per la prossima edizione del circuito italiano long distance.

Grazie ai partner "Bolina", "Boattech" e la XIV Zona Fiv sono stati distribuiti gadget e utili libri nautici a gran parte dei concorrenti presenti. Inoltre un riconoscimento è andato anche alle associazioni che più sono riuscite a coinvolgere loro soci nel circuito: la Lega Navale Italiana sez. Brescia e Desenzano e Sun&Sail Jesolo.

La flotta Cild, prima del letargo invernale, da ora appuntamento a novembre, a Peschiera del Garda, per il campionato derive. La 6ª edizione del cild, invece si svolgerà attendere tra maggio e settembre 2013.

Ritorna a: »News